top of page

Scheda Videocorso

L’AFFIDAMENTO DI APPALTI DI INCARICHI PROFESSIONALI E DI SERVIZI DI NATURA INTELLETTUALE: ELEMENTI CONFIGURATIVI, MODALITÀ DI AFFIDAMENTO E DIFFERENZE ALLA LUCE DELLE INDICAZIONI DELLA CORTE DEI CONTI.

Relatore:

Dettagli Relatore:

Dott. Alberto Barbiero

Consulente amministrativo gestionale in materia di appalti e servizi pubblici locali, formatore, consulente di enti locali, società partecipate e imprese, collaboratore de “Il Sole 24 Ore”.

Data svolgimento:

mercoledì 23 novembre 2022

Piattaforma:

Videocorso erogato su Piattaforma ZOOM  requisiti minimi

Durata:

4 ore e 30'

Prezzo:

€ 152,00

DETTAGLIO CORSO

Destinatari: Segretari Comunali e Provinciali, Responsabili Servizio Affari Istituzionali, Responsabili Servizio Gare e Contratti / Appalti, Responsabili Servizio Lavori Pubblici / Ufficio Tecnico, Responsabili Servizio Provveditorato/Economato, Responsabili Servizi Sociali / alla Persona, Responsabili Unici di Procedimento.

Obiettivi: La qualificazione di un rapporto con un professionista come incarico professionale o appalto di servizi di natura intellettuale non è determinata dall’assetto organizzativo della prestazione, ma dal fatto che l’esito finale delle prestazioni assuma, in relazione all’attività dell’amministrazione affidante, funzione autonoma e stabile.
La Corte dei Conti, sez. reg. controllo Emilia-Romagna, con la deliberazione n. 241/2021/INPR del 29 novembre 2021 ha sottoposto ad un’accurata disamina gli elementi che differenziano le due tipologie di rapporti (e le presupposte procedure di affidamento), a fronte dell’estensione del modulo dell’appalto e della configurazione ampia del concetto di operatore economico, che comprende anche le persone fisiche.
Il Codice dei contratti delinea un quadro normativo essenziale per l’affidamento di tali servizi, non fornendo tuttavia alcuna definizione. L’intervento ricostruttivo e interpretativo della giurisprudenza amministrativa e della Corte dei Conti ha permesso di individuare alcuni elementi essenziali e, soprattutto, di avere dei riferimenti per distinguere le prestazioni rese come appalto (e regolate nell’affidamento dal d.lgs. n. 50/2016) da quelle ricondotte agli incarichi professionali (e disciplinate per l’affidamento dalle disposizioni del d.lgs. n. 165/2001).
Il webinar, a elevato contenuto operativo, propone ai partecipanti un percorso che consente, con analisi di casi e schemi, di individuare gli elementi utili per la configurazione di un’attività come servizio intellettuale e di strutturare il percorso corretto per l’affidamento.

Corso “open”: data la sua particolare impostazione operativa, al corso possono partecipare sia operatori specializzati sia operatori con media esperienza nella gestione degli affidamenti di servizi intellettuali.

Definizione di servizio di natura intellettuale: ● I parametri per la definizione dei “servizi di natura intellettuale” ● Gli elementi normativi ● Elementi descrittivi di alcune particolari tipologie di servizi intellettuali nel Codice dei contratti pubblici (servizi di ingegneria-architettura, servizi di committenza ausiliaria, servizi di assistenza al rup, servizi legali, ecc.) ● L’individuazione di attività, nell’ambito dei servizi alla persona (socio-assistenziali, socio-educativi, culturali), riconducibili ai servizi intellettuali ● La connotazione “consulenziale” di molti servizi intellettuali nel CPV e l’analisi sostanzialistica relativa all’effettiva natura delle prestazioni (pareri della Corte dei Conti) ● Le criticità relative al conflitto di interessi in relazione ad alcune tipologie di servizi intellettuali afferenti al supporto a procedure di gara ● La definizione di servizio di natura intellettuale elaborata dalla giurisprudenza e dai pareri della Corte dei Conti ● Analisi di casi relativi ad attività apparentemente configurabili come servizi intellettuali, ma sostanzialmente definibili con attività operative (manodopera) ● Un possibile quadro classificatorio dei servizi di natura intellettuale ● La rilevazione dei servizi intellettuali nella determinazione del costo del lavoro in un appalto.

Differenza tra le prestazioni rese nell’ambito di appalti di servizi intellettuali e quelle rese nell’ambito di incarichi professionali: ● I differenti presupposti per la configurazione di una prestazione come resa nell’ambito di un appalto di servizi di natura intellettuale o di un incarico professionale ● L’incardinamento della prestazione da incarico nel processo gestito dall’Amministrazione ● L’autonomia gestionale dell’operatore economico che rende attività nell’ambito di un appalto di servizi intellettuali ● Gli interventi interpretativi della giurisprudenza amministrativa e della Corte dei Conti sulla differenza tra gli appalti di servizi e gli incarichi professionali.

Le procedure di affidamento dei servizi di natura intellettuale: ● Le procedure di affidamento sottosoglia ● L’utilizzo obbligatorio del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per gli affidamenti superiori alla fascia di valore per l’affidamento diretto ● La possibilità di utilizzare elementi “soggettivi” per valutare un servizio intellettuale ● Schema di sintesi di un capitolato speciale per la descrizione delle prestazioni relative a un servizio intellettuale (come impostare le clausole del capitolato, come definire il sistema dei controlli e delle penali) ● Esempio di un quadro criteriale per l’affidamento di un servizio intellettuale ● Schema di un contratto di appalto per un servizio intellettuale ● Le particolarità relative a specifiche tipologie di servizi intellettuali: i servizi di supporto al Rup ● Le disposizioni particolari per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura (art. 157 Codice e Linee-guida Anac n. 1)

I presupposti e i percorsi per l’affidamento di incarichi professionali: ● Le tipologie di attività che possono rientrare nelle prestazioni oggetto di incarichi professionali (es. pareri, ricerche, ecc.) ● Il percorso previsto dall’art. 7, comma 6 del d.lgs. n. 165/2001 per l’affidamento● Schema di un contratto per un incarico professionale ● Il regolamento dell’ente per l’affidamento di incarichi professionali ● Analisi di disposizioni regolamentari per l’affidamento di incarichi professionali ● Le regole particolari per l’affidamento di incarichi professionali nell’ambito degli interventi finanziati con risorse PNRR (e la Circolare MEF-RGS n. 4/2022) ● Gli adempimenti connessi all’affidamento di un incarico professionale derivanti dal d.lgs. n. 39/2013 e dal d.lgs. n. 33/2013 ● Le criticità relative al conflitto di interessi ● Gli adempimenti informativi conseguenti all’affidamento di un incarico professionale ● Gli obblighi comunicativi alla Corte dei Conti.

bottom of page