giovedì 29 aprile 2021

La trasparenza amministrativa rinnovata:

accesso ai documenti amministrativi e pubblicazione, tra esigenze di prevenzione della corruzione e regole speciali

O R A R I O 

Accesso alla

Piattaforma Webinar

Inizio Corso

     Ore 

Intervallo

Ore              

    Conclusioni

14.00

11.00-11.30

Ore

09.00

08.30

Ore

RELATORE:

Dott. Tiziano Tessaro

Magistrato della Corte dei Conti , esperto ed autore di molti testi in materia

COSTI:

Quota di partecipazione € 152,00 per il primo iscritto, € 120,00 per i successivi. Compreso materiale didattico e registrazione. La sola registrazione del corso senza iscrizione è fissata in 102,00 euro.

ISCRIZIONE:

per maggiori informazioni o per l'iscrizione al corso scrivere a info@centrostudialtapadovana.it o chiamare il n. 348.7245749

Codice Prodotto MePA:

20210429

PROGRAMMA

1) La trasparenza rinnovata: dalla “casa di vetro”, a mezzo per la prevenzione della corruzione

• Dalla legge 241/90 alla legge 190/2012: l’evoluzione del principio della trasparenza e la modifica della “ratio” dell’istituto .Le nuove regole stabilite dai Decreti attuativi della legge 124/2015 (D.lgs. 97/2016)
• Dal diritto alla tutela delle proprie situazioni giuridiche soggettive al nuovo concetto di informazione e di conoscibilità: la diffusione dei dati come controllo sociale
• Trasparenza digitale e principio di piena accessibilità . Le previsioni contenute nella legge 190/2012 e nella legge 124/2015. L’ accentuata importanza della public review e dell’accountability delle risorse pubbliche
• Le nuove regole riguardanti gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni (D. lgs. 33/2013 e Legge 124/2015). Il nuovo “Decreto Trasparenza” n. 97/2016 (c.d. FOIA)

2) Il diritto di accesso

• Il “diritto” di accesso e “i diritti” di accesso. La coesistenza di una serie di figure volte ad assicurare la finalità della trasparenza
• Le varie fonti normative (legge 241/1990, D.Lgs. 267/2000,Dpr 184/2006,D.lgs. 195/2005;D.lgs. 33/2013 ): le disposizioni introdotte dalla L. n. 190/2012 e dalla legge 124/2015. La previsione del “Decreto Trasparenza” n. 97/2016.Il rapporto tra le varie fonti
• L’accesso come “diritto civile”. I profili soggettivi: l’individuazione dei soggetti interessati e delle Amministrazioni nei confronti delle quali il diritto di accesso può essere esercitato.
• Il concetto di interesse all’accesso e le relative eccezioni : il declino e la sua svalutazione nella previsione della legge 124/2015 .La previsione del “Decreto Trasparenza” n. 97/2016. L’accesso tra Pubbliche Amministrazioni.

a. L’accesso civico previsto dal nuovo Decreto Trasparenza. Il D.Lgs. 97/2016 – c.d. FOIA

• Il diritto di accesso civico (art. 5 d.lgs. 33/2013 modificato dal Decreto 97/2016 della legge Madia).
• Presupposti e conseguenze operative. La differenza con il diritto di accesso previsto dalla legge 241/1990 e con la precedente previsione dell’art. 5 Dlgs 33/2013.
• Il superamento del diritto di accesso civico come strumento per sanzionare la mancata pubblicazione: casistica giurisprudenziale
• La finalità del diritto di accesso civico :differenze con le finalità dell’accesso ordinario
• I presupposti dell’accesso civico. Profili soggettivi e oggettivi . Documenti, atti, dati. I controinteressati
• I limiti ampliati dell’accesso civico .La nuova previsione normativa alla luce degli orientamenti ANAC.
• Il procedimento per l’accesso civico.Il ruolo del difensore civico
b. L’accesso ordinario in base alla L. 241/1990

• Profili soggettivi e profili oggettivi: la definizione di documento amministrativo e i documenti esclusi dal diritto di accesso.
• La finalità del diritto di accesso ordinario e la sua differenza con l’accesso civico
• I limiti del diritto di accesso: assoluti e temporanei. La riservatezza e la privacy. Gli altri limiti. Il segreto d’ufficio.
• I profili procedimentali: il Regolamento per la disciplina delle modalità di esercizio e dei casi di esclusione del diritto di accesso ai documenti amministrativi (DPR n. 184/06). Le nuove regole
• Il procedimento per la richiesta di accesso, il suo accoglimento, il rifiuto e il differimento. L’impugnazione del rifiuto. Il ruolo della Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi e del difensore civico.
• Esame di casi problematici riguardanti il confine tra accesso e riservatezza in materia di: appalti pubblici, servizi sociali, procedure concorsuali, edilizia privata, Polizia municipale. Individuazione dei casi più frequenti nella pratica.
• Analisi di casi trattati dal Garante della privacy in materia di :
• Albo dei beneficiari
• Diffusione dei dati dei concorsi e delle graduatorie
• attività di gestione dei rapporti di lavoro
• Comunicazioni al dipendente e alle OOSS
• comunicazione dati personali del dipendente
• Accesso al luogo di lavoro
• Trattamento dei dati di salute
• La conoscenza dei dati diagnostici del dipendente
• Il caso della denuncia all’Inail
• I casi contemplati dalla Legge 104
• pubblicità del collocamento obbligatorio dei disabili
• Il trattamento dei dati sensibili afferenti le convinzioni religiose
• Mensa e asili nido: gli accorgimenti pratici
• Alienazione e assegnazione di alloggi di edilizia agevolata


c. Le altre forme della trasparenza

• L’accesso dei consiglieri comunali (art.43 d.lgs.267/2000).Presupposti, eventuali limiti, casi concreti. Il ruolo del regolamento. La giurisprudenza rilevante
• L’informazione ambientale (Dlgs 195/2005).Le regole che disciplinano la materia
• Le forme di accesso digitale .Il nuovo accesso telematico nella disciplina della legge anticorruzione (art. 1 comma 29 e 30 legge 190/2012)
• L’accesso nel nuovo codice dei contratti(Dlgs. 50/2016) e il suo raccordo con la previsione del D.Lgs 97/2016
La pronuncia dell’Adunanza Plenaria n.10/2020

3) La pubblicazione nel sito web dell’ente

• Le nuove regole riguardanti gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni (D. lgs. 33/2013 e Legge 124/2015). Le modifiche introdotte dal nuovo “Decreto Trasparenza” n. 97/2016 (c.d. FOIA)
• Gli effetti giuridici della pubblicazione telematica. Pubblicità legale, pubblicità notizia e pubblicità on line .
• Le problematiche applicative della pubblicazione on line: profili soggettivi, oggettivi, procedimentali, sanzionatori.
• Le conseguenze operative; la pubblicità in tema di affidamento di lavori, servizi, forniture e le conseguenze in caso di inadempimento.
• La casistica contemplata dal decreto 33/2013 modificato dal D.lgs 97/2016: incarichi ad amministratori, dirigenti, determinazioni ed erogazioni di contributi, rilievi degli organi di controllo, varianti urbanistiche ecc anche alla luce degli orientamenti ANAC

Centro Studi Amministrativi Alta Padovana S.A.S.

di Brugnoli Diva & C.

Sede legale : Viale Europa, 42/1 - 31030 Dosson di Casier TV

c.f. e p. I.V.A. : 04257320285

tel: 348.7245749  fax: 049.7985290

PEC centrostudialtapadovana@pec.it

mail  Info@centrostudialtapadovana.it

Per informazioni o per l'acquisto dei corsi scrivere a info@centrostudialtapadovana.it o chiamare il n. 348.7245749

© Copyright 2020 | All Rights Reserved | Centro Studi Amministrativi Alta Padovana S.A.S.Realizzazione Sito & Web Marketing  M