venerdì 30 ottobre 2020


Le responsabilità dei dipendenti e dirigenti pubblici dopo le modifiche al T.U.P.I. e i CCNL 2018-2020

O R A R I O 

Accesso alla

Piattaforma Webinar

Inizio Corso

     Ore 

Intervallo

Ore              

    Conclusioni

14.00

11.00-11.30

Ore

09.00

08.30

Ore

RELATORE:

Avv. Donato Antonucci

Docente esperto in diritto amministrativo e con pluriennale espe-rienza in attività formativa e consulenziale per le Pubbliche Amministrazioni, autore di pub-blicazioni sull’argomento.
.

COSTI:

Quota di partecipazione € 152,00 per il primo iscritto, € 120,00 per i successivi. Compreso materiale didattico e registrazione. La sola registrazione del corso senza iscrizione è fissata in 102,00 euro.

ISCRIZIONE:

per maggiori informazioni o per l'iscrizione al corso inviare una mail all'indirizzo info@centrostudialtapadovana.it

Inquadramento generale
- Fondamenti costituzionali ed elementi pubblicistici della responsabilità del dipendente
- L’evoluzione delle fonti normative nel pubblico impiego e la loro incidenza sulla sfera delle re-sponsabilità del dipendente e sul potere disciplinare del datore di lavoro pubblico sino alla “legge anticorruzione”, al “codice della trasparenza”
- Le varie ipotesi di responsabilità ed i rapporti tra i vari tipi di responsabilità del dipendente pubblico: la plurioffensività della condotta
a) la responsabilità civile (precontrattuale, contrattuale ed extracontrattuale)
b) la responsabilità penale alla luce della legge anticorruzione
c) la responsabilità per danno erariale e la “sospensione” della colpa grave nel decreto “sempli-ficazioni” n. 76/2020
d) la responsabilità disciplinare (rinvio)
- La responsabilità dirigenziale
- I presupposti civilistici generali per l’esercizio della potestà disciplinare del datore di lavoro
- La natura giuridica del potere disciplinare nel pubblico impiego contrattualizzato dopo le recenti modifiche all’art.40 del T.U.P.I.
- L’individuazione dei nuovi comparti di contrattazione e le previsioni in tema di responsabilità disciplinare dei CCNL sottoscritti il 12.02.2018 (comparto area “funzioni centrali”), il 21.05.2018 (comparti aree “funzioni locali” e “sanità”), il 08.07.2019 (dirigenza area “istruzione e ricerca”) il 19.12.2019 (area dirigenza “Sanità”) e il 09.03.2020 (area dirigenza “Funzioni centrali”)
- La cogenza delle norme in materia disciplinare per tutte le amministrazioni pubbliche
- Il nuovo art.54 del testo unico, il codice di comportamento governativo emanato col D.P.R. n.62/2013 e i codici di comportamento delle singole P.A.
- Il collegamento tra codice di comportamento e piano anticorruzione (delibere ANAC n.831/2016, n.1208/2017 e n. 1064/2019 - III PNA)
- La L. 179/2017 e la nuova tutela del whistleblowing (art.54-bis del testo unico)
- la c.d. legge “spazza corrotti” n.3/2019
- le previsioni della “legge concretezza” n.56 del 19.06.2019, in tema di prevenzione dell’assenteismo

Approfondimento: il procedimento disciplinare: profili sostanziali e procedurali
- La distinzione tra norme sostanziali e procedurali
- Le norme sostanziali in materia disciplinare: il codice di comportamento governativo e l’esigibilità della condotta del dipendente da parte del datore di lavoro pubblico
a) le singole previsioni del codice di comportamento governativo ed i codici di comportamento delle PP.AA. (i principi generali del codice di condotta; le regalie; l’attività associativa; la traspa-renza negli interessi finanziari; l’obbligo di astensione; le attività collaterali; i doveri di imparziali-tà; i comportamenti nella vita sociale; i comportamenti in servizio; i rapporti con il pubblico; l’attività contrattuale; la valutazione dei risultati)
- ll contratto collettivo nazionale e i codici disciplinari negoziali
- La responsabilità disciplinare del dirigente e le ulteriori ipotesi di responsabilità disciplinare e per tutti i dipendenti pubblici, il nuovo art.55
- Le modifiche all’art.55-bis: l’organizzazione dell’Ente per l’esercizio della funzione disciplinare, l’innovata ripartizione delle competenze in materia disciplinare e le nuove cadenze procedimen-tali
- Le sanzioni conservative e le sanzioni espulsive nel testo vigente e le previsioni della “ri-forma Madia”: il D.Lgs. n.116/2016 (decreto “furbetti”) e le prime modifiche all’art. 55-quater sulla falsa attestazione della presenza
- L’ampliamento delle sanzioni espulsive e le successive modifiche all’art.55-quater e 55-quinquies introdotte dal D.Lgs. 75/2017 e dal D.Lgs. 118/2017
- Le prospettive della “Riforma Buongiorno”

Centro Studi Amministrativi Alta Padovana S.A.S.

di Brugnoli Diva & C.

Sede legale : Viale Europa, 42/1 - 31030 Dosson di Casier TV

c.f. e p. I.V.A. : 04257320285

tel: 348.7245749  fax: 049.7985290

PEC centrostudialtapadovana@pec.it

mail  Info@centrostudialtapadovana.it

© Copyright 2020 | All Rights Reserved | Centro Studi Amministrativi Alta Padovana S.A.S.Realizzazione Sito & Web Marketing  M